Dimitri De Franciscis

Freelance Java/CMS/Database consultant, blogger, guitar player, photography, rubik cuber.

Scopri chi sono

Curriculum Vitae

Le mie specializzazioni sono Java, database e sviluppo di applicazioni web in generale.

leggi

Pubblicazioni

Articoli e documentazione per altri siti
Libri e guide.

leggi


Realizzare un'applicazione di monitoring con Riak e Groovy - Parte 2

In questa seconda parte vedremo una possibile implementazione del modello fisico del datastore, basandoci sulle caratteristiche messe a disposizione da Riak.

Progettazione del Modello Fisico

Per realizzare il modello fisico (ovvero le strutture di storage che verranno realmente utilizzate per memorizzare i dati) bisogna fare alcune considerazioni.

Realizzare un'applicazione di monitoring con Riak e Groovy - Parte 1

In questa analizzeremo il modello logico dei dati e i requisiti che l'applicazione si aspetta dal datastore.

Caratteristiche dei dati e requisiti applicativi

Il monitoring di server è un'attività con delle caratteristiche peculiari:

Realizzare un'applicazione di monitoring con Riak e Groovy

Introduzione

Riak è un Key-Value store molto potente, nato per gestire basi di dati di notevoli dimensioni, scalabile e fault-tolerant. In questa miniserie vorrei sperimentare con voi l'utilizzo di Riak come datastore per il salvataggio e l'analisi di dati provenienti da sensori di monitoring.

Nella prima parte analizzeremo il modello logico dei dati e i requisiti che l'applicazione si aspetta dal datastore.

Simulare il carico di un server con Groovy, Apache Commons Math e JFreeChart

È ormai da un po' di tempo che ho imparato a giocherellare con Groovy e devo dire che lo sto apprezzando ogni giorno di più. In questo articolo voglio mostrarvi come sia facile simulare, utilizzando Groovy e la libreria Apache Commons Math, i dati di carico tipici di un server che lavora 24/7, con tanto di picchi di lavoro durante le ore diurne.

Il ritorno?!?

Ebbene sì, sono tornato.

Quando leggo la data dell'ultimo post (risale addirittura al gennaio 2013!) mi sento un po' triste, un po' colpevole, un po' pirla. Vi garantisco però non sono stato con le mani in mano, anzi tutt'altro. Ho studiato e lavorato tantissimo e, ora che manca poco così alla tanto agognata laurea, mi sento carico di entusiasmo e di idee per il blog. Ci saranno anche altre importanti novità, ma non voglio svelarvi il topo segreto!

A presto, e grazie per la pazienza!

Ricerca e università

In questa pagina ho deciso di raccogliere le pubblicazioni di tipo accademico.

Recensione: The Pragmatic Programmer

Era da tempo che volevo leggere questo libro, viste le ottime recensioni da parte di addetti ai lavori o personaggi "influenti" del variegato mondo della programmazione. Ora che l'ho "digerito" (ci ho messo quasi tre mesi per leggerlo tutto!) non posso confermare l'assoluto valore di questa pubblicazione!

Titolo: The Pragmatic Programmer: From Journeyman to Master
Autori: Andrew Hunt, David Thomas
Lingua: Inglese
Casa Editrice: Addison Wesley

Utilizzare le macro di Ant per semplificare i build

Ant è stato, e lo è ancora, un ottimo sistema di build. Scritto in Java e utilizzato principalmente in questo ambiente, è ormai stabile da molti anni e ha un'impressionante libreria di add-on, documentazione, supporto da parte di IDE e tool di terze parti. In questo articolo vedremo come utilizzare le macro per semplificare i nostri build.

Gestire i dati di test dei progetti Java con DbUnit - parte 1

Mi capita spesso di lavorare su progetti Java che utilizzano un database e, nonostante le ovvie differenze fra di essi, hanno tutti un requisito fondamentale: la testabilità, sia a livello di unit test che di integration test. Io sono fermamente convinto che riuscire a gestire in modo efficace i dati di test è un passo decisivo per migliorare la qualità di un progetto.

Sito ospitato presso Web4Web

Web4Web.IT - Low Cost Hosting